Perizia psicologica

Con il temine Perizia Psicologica si intende un processo mirato a definire un profilo psicologico che  descrive al meglio le caratteristiche di personalità della persona che vi si sottopone.

Quando lo psicologo forense è nominato da un giudice viene indicato come "consulente tecnico d’ufficio" (CTU), mentre quando l'esperto viene richiesto dal privato cittadino è indicato come "consulente tecnico di parte" (CTP).

Le perizie di parte sono utilizzate nel campo dell’accertamento del danno psicologico-biologico e del danno da pregiudizio esistenziale, cioè le conseguenze che una o più esperienze traumatichepossano avere sul piano comportamentale, esistenziale, della vita sociale e relazionale delle persone coinvolte. Questo tipo di perizie servono a certificare la presenza e l'entità del danno nella vita di una persona e sono utili per accedere a un risarcimento.

Quando richiedere una perizia psicologica.

I casi in cui viene richiesta la valutazione del danno psicologico  allo psicologo  (CTP), riguardano vari ambiti:

  • un evento traumatico accaduto (incidente) alla persona ,
  • la valutazione dell’invalidità,
  • la valutazione delle competenze genitoriali in caso di affido o separazione
  • la stesura di una relazione in caso di mobbing,
  • valutazione per una transizione di genere

La perizia psicologica, sia di ufficio che di parte, si svolge prima attraverso una serie di colloqui incontri  per acquisire dati relativi alla storia personale del paziente, poi vengono somministrati test per rendere oggettivo ciò che era stato rilevato durante la fase dei colloqui.